Grand Paris Express: nonostante la crisi

Il governo francese è attualmente impegnato, nei sobborghi di Parigi e nell’intera regione circostante (Ile de France) a pianificare la più grande realizzazione degli anni a venire nel campo dei trasporti pubblici urbani e metropolitani dell’intera Europa:  il Nouveau Grand Paris Express.  Per estensione e portata, il progetto è  quasi comparabile alle iniziative che oggi la Cina sta conducendo nelle sue principali aree metropolitane.

1843568_5_58c4_projet-de-reseau-de-transport-public-du-grand_0656789db038a0e5af637c9db6b988cb

Dal 2015 al 2030, al Metro parigino verranno aggiunti 200 km. e 72 nuove stazioni. Il nucleo del progetto è costituito dal prolungamento di due linee esistenti (11 e 14) e dalla realizzazione di quattro nuove linee (15, 16, 17, 18).  Ad esso si aggiungono molte altre nuove infrastrutture: prolungamento della RER E nel settore occidentale; collegamento espresso fra Parigi e l’aeroporto Charles de Gaulle; nuove linee di tram e di bus ad alta qualità di servizio; tangenziali ferroviarie esterne servite con il ricorso alla tecnologia del tram-treno.

Il progetto, però, non mira soltanto a migliorare l’accessibilità reciproca dei circa 11.750.000 di cittadini che oggi popolano l’Ile de France.  Mira, anche e soprattutto, a generare nuovi strumenti di governance in una regione che ancor oggi è territorialmente polverizzata. Continua a leggere